Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni.

Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

NuovoHead 3

  • Home

Articles

Buen Vivir Plus

 LA FOTO VINCITRICE DEL CONCORSO "BUENVIVIR PLUS" 

Foto di Giacomo Canali  

 


 

ESITO DEL PRIMO INCONTRO DELLA COMMISSIONE DEL CONCORSO FOTOGRAFICO PROGETTO BUEN VIVIR PLUS 

Il giorno 4 settembre 2014, nella sede Nazionale del Centro Sportivo Educativo Nazionale (CSEN) si è svolta la prima riunione della commissione per la selezione delle fotografie vincitrici del Concorso Fotografico Buen Vivir Plus. I membri della commissione di giuria sono stati nominati dalle federazioni che hanno aderito al progetto Buen Vivir Plus, nella misura di un rappresentante per Federazione.
Come definito nel regolamento del concorso, il primo appuntamento della commissione, ha selezionato le 13 foto finaliste, per la costituzione del calendario “CSEN 2015”, i parametri seguiti per la selezione, sono stati sintetizzati in tre parole: Tecnica, Emozione, Movimento.
Le fotografie selezionate nella prima sezione dei lavori della commissione, 51 fotografie sulle 160 caricate su face book, saranno utilizzate per l’allestimento della mostra fotografica itinerante nelle scuole che ne faranno richiesta.
Nella seconda sezione dei lavori della commissione , dalle 51 fotografie sono state votate le 13 fotografie finaliste.
Il calendario prodotto sarà distribuito su tutto il territorio nazionale attraverso le sedi periferiche di CSEN e le sedi delle Federazioni che hanno partecipato al progetto.
Il giorno 11 Settembre 2014, la commissione proclamerà la foto vincitrice tra le 13 finaliste.
La commissione è stata presieduta dal:

Vice Presidente Nazionale CSEN Mario Pappagallo


Erano presenti:


Maurizio Ifrigerio : Rappresentante Federazione Giuoco Handball (FIGH);


Corrado Benedetti: Rappresentante Federazione Baseball e Softball (FIBS);


Walter Urbinati: Rappresentante Federazione Sport Disabilità Intellettiva e Relazionale (FISDIR);


Alessandro Piazzi: Rappresentante Federazione FederTrek;


Antonella Palumbo: Presidente Federazione Antichi Giuochi e Sports della Bandiera (FISB);


Giuliana Grillo: Rappresentante Federazione Sport Paralimpici e Sperimentali (FISPES);


Claudio Innocenti: Tecnico Fotografico Ufficio Progetti CSEN Nazionale;


Leonina Benigni: Coordinatrice Progetto Ufficio Progetti CSEN Nazionale.


Assenti Giustificate:


Jonny Lazzarotto: Rappresentante Federazione Canoa e Kayak (FICK)


Maria Novella Sbaraglia: Rappresentante Federazione Sport Orientamento (FISO)

 

La fotografia vincitrice del concorso sarà proclamata l’11 Settembre 2014

Galleria foto 


 

COMUNICAZIONE CONCORSO FOTOGRAFICO PROGETTO BUEN VIVIR PLUS

Si è chiuso il 31 Luglio 2014 il concorso fotografico indetto dal Progetto Buen Vivir Plus.
Nei giorni 4 e 11 Settembre 2014 si riunirà a Roma nella sede Nazionale del CSEN la commissione per la selezione delle 13 fotografie vincitrici del concorso.
Nel primo incontro verranno scelte, tra tutte quelle inviate, le tredici fotografie migliori candidate al primo premio e alla stampa del calendario CSEN 2015, nel secondo incontro invece sarà votata la fotografia vincitrice del concorso Buen Vivir Plus.
Dopo l’incontro del 4 settembre 2014, saranno contattati gli autori
delle 13 fotografie selezionate, sia per informarli della loro candidatura sia per chiedere l'invio della foto in alta risoluzione.

 


 

Parlano di noi

 


 

A seguito della riflessione sui dati statistici dello sport forniti dall’ISTAT e dall’ Eurobarometer, il C.S.E.N. avvia il progetto BUEN VIVIR PLUS. Si intende così promuovere tra i giovani gli sport meno diffusi dai media attraverso un concorso di testi e immagini da pubblicare su Facebook. Con le immagini più significative, belle ed emozionanti, a giudizio di una commissione composta da esponenti delle federazioni sportive e del C.S.E.N., sarà allestita una mostra fotografica itinerante nelle scuole, un diario scolastico 2015/2016 e il calendario 2015 C.S.E.N. con i nomi dei fotografi. E’ previsto un evento finale a Roma con la premiazione dei 12 autori delle fotografie inserite nel calendario 2015 e la consegna di un buono premio di 500 euro in materiale sportivo per il primo classificato e buoni da 100 euro per tutti gli autori delle foto pubblicate nel calendario 2015 C.S.E.N

Cartolina

Bando

Pagina BUEVIVIRSPORT  face  


 Adesioni

Federazione Italiana Giuoco Handball

Federazione Italiana Baseball Softball (FIBS)

FederTrek - Escursionismo e Ambiente

Federazione Italiana Sport Orientamento (FISO)

Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale (FISDIR)

Federazione Italiana Antichi Giuochi e Sports della Bandiera (FISB)

Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimantali (FISPES)


Calendari Eventi

 

FISO

 

                    FISDIR

 

                    xlogo.png.pagespeed.ic.4vsz8e30lW

 

 

 

 

 

I° Trofeo Interregionale di Football Integrato

Rassegna Stampa Evento


 

 

Sabato 14 giugno 2014 
nella giornata di avvio per l’Italia del Campionato del mondo di calcio 
si svolge a Roma una grande giornata di football integrato


 Il Comitato Provinciale del C.S.E.N. Centro Sportivo Educativo Nazionale di Roma in collaborazione con Mens@corpore società cooperativa sociale (Courmayeur), Associazione Sportiva Dilettantistica Sport 1 (Messina), Associazione Sportiva Dilettantistica Top.Master (Pescara), ASL RME di Roma – ACPD Blue Star (Roma), avvia la sperimentazione di una nuova disciplina sportiva a carattere educativo e di integrazione sociale tra atleti con disabilità e senza disabilità.

In una fase di recessione, come quella attuale, la collaborazione del C.S.E.N. con la A.S.L. RME rappresenta una opportunità di azione sinergica tra risorse del settore privato e pubblico nella sperimentazione di nuove proposte per il benessere e l’integrazione della persona disabile.

Per la prima volta si intende innovare l’azione efficace dello sport per l’inserimento sociale degli atleti con disabilità attraverso la pratica di un nuovo sport che, conciliando il calcio ed il regolamento del Baskin (basket integrato), intende consentire agli atleti in campo di competere pariteticamente per il raggiungimento del risultato.

Se il calcio persegue un obiettivo di armonizzazione intesa come contenimento delle eventuali differenze di livello tra i componenti della squadra, il football integrato invece le valorizza e si pone per obiettivo il loro assemblaggio per la migliore integrazione possibile.
Se il calcio tende verso un valore di omogeneità dei componenti della squadra, spingendo all'esclusione dell'elemento chiaramente dissonante, il football integrato recupera l'elemento dissonante e ne fa il valore aggiunto della squadra.

Il campo di calcio, del nuovo sport che intendiamo presentare, prevede l’allestimento di quattro porte con quattro aree di rigore al fine di consentire il gioco sia in forma orizzontale che in forma verticale ed in questo modo agevolare la competizione tra gli atleti. Infatti, agli atleti disabili sono consentite opportunità di gioco non disponibili agli atleti non disabili ed in questo modo, grazie al regolamento che tutela la diversità, è possibile consentire ad ogni atleta di segnare una rete.

Diverse esperienze si sono sforzate sino ad oggi di raggiungere le pari opportunità in campo tra atleti disabili e non disabili provando a definire le forme di una possibile competizione comune. Con questa nuova disciplina si fa un enorme passo in avanti verso l’obiettivo. Intendiamo mettere in campo la disabilità, in quanto tale, come opportunità di contribuire alla vittoria della propria squadra, creando le condizioni che tutelino tutti gli atleti e li inseriscano in un ottica di collaborazione funzionale al raggiungimento del risultato finale.

Il nuovo regolamento, in fase sperimentale, è pubblicato sul sito del CSEN Roma (www.csen-roma.com) con la griglia per la classificazione degli atleti che saranno convocati dalle squadre partecipanti.

In questa prima iniziativa interregionale saranno presenti, oltre alla squadra di Roma, tre delegazioni provenienti dai tre punti della Penisola: dal nord la squadra di Courmayeur, dal sud la squadra di Messina e dal centro la squadra di Pescara.

Ogni squadra sarà composta da 10 atleti disabili e non disabili (8 giocatori in campo e 2 riserve) e sarà accompagnata da 1 mister e da 1 operatore sociale. 
Nella squadra ogni ruolo viene identificato con un numero di maglia, che viene assegnato dal mister precedentemente alla composizione della squadra, rispettando la complessità delle disabilità. Per garantire la corretta attribuzione del numero di maglia, e quindi del ruolo, è prevista, durante la gara, la presenza di una commissione che controlla la corretta assegnazione dei ruoli.

Il 14 giugno 2014 dalle ore 09,30 alle ore 18,30 a Roma presso il campo sportivo Cavalieri di Colombo in Via dei Monti di Primavalle 134 nel Municipio XIV il C.S.E.N. Comitato Provinciale di Roma, in collaborazione con la A.S.L. RME, organizza una giornata di sport integrato per far conoscere la nuova disciplina sportiva e sperimentarla ufficialmente insieme agli atleti delle quattro regioni convocate.

Per l’occasione sono invitati il Presidente del CONI, del CIP, delle Federazioni Sportive, i Rappresentanti del Governo Nazionale, della Regione Lazio, del Comune di Roma e del Municipio dove si svolge l’iniziativa.

L’iniziativa, a ingresso gratuito, sarà finanziata dal C.S.E.N. Comitato Provinciale Di Roma con il contributo della Regione Lazio con i fondi della L.R. 15/2002.

Programma della giornata 
ore 09.30 sorteggio delle 4 squadre partecipanti
ore 10.00 incontro squadra 1 – squadra 2
ore 11.00 incontro squadra 3 – squadra 4
ore 12.30 pausa pranzo
ore 15.30 finale per il terzo e quarto posto
ore 16.30 finale per il primo e secondo posto
ore 17.30 Premiazioni a cura del Presidente Nazionale Francesco Proietti e del Vice Presidente Nazionale e Presidente del Comitato di Roma Mario Pappagallo


Regolamento

Scarica la Locandina 

Scarica L'Invito

Racconto Fotografico

Rassegna Stampa Football Integrato

 


 

Lazio: ASL Roma E, Trofeo interregionale di football integrato

http://www.adnkronos.com/salute/sanita/2014/06/12/lazio-roma-trofeo-interregionale-football-integrato_XoMFVSK6iZT3Y9UoDwW4yO.html?refresh_ce

Mettere in campo la disabilità | 1° TROFEO INTERREGIONALE DI FOOTBALL INTEGRATO

http://www.romadailynews.it/attualita/mettere-in-campo-la-disabilita-1-trofeo-interregionale-di-football-integrato.php

Lazio: ASL Roma E, Trofeo interregionale di football integrato

http://gossip.libero.it/focus/29427785/lazio-roma-e-trofeo-interregionale-di-football-integrato/s-s-lazio/?type=

Roma E, Trofeo interregionale di football integrato

http://www.univadis.it/medical-news/Roma-E-Trofeo-interregionale-di-football-integrato#?

Un torneo di calcio “integrato” . “Integrated football”. Integrita pilkludo

http://leintegrazionimpossibili.wordpress.com/2012/05/11/un-torneo-di-calcio-integrato-integrated-football-integrigita-pilkludo/

Campo Primavalle: nasce il football integrato

http://247.libero.it/rfocus/20674497/0/campo-primavalle-nasce-il-football-integrato/

http://ardea.virgilio.it/notizielocali/campo_primavalle_nasce_il_football_integrato-42791042.html

http://roma.virgilio.it/notizielocali/campo_primavalle_nasce_il_football_integrato-42791042.html

I° Trofeo Interregionale di Football Integrato

http://www.sportintegrato.it/index.php?option=com_content&view=article&id=76&Itemid=281

http://www.csen-roma.com/evento448.html

http://www.csenancona.it/1-trofeo-interregionale-di-football-integrato

Progetto Pluralmente

13 giugno 2014: Concluso a Roma il Progetto Pluralmente.

Con l’evento conclusivo di football integrato si è concluso a Roma il Progetto Pluralmente finanziato dal Ministero Pari Opportunità. L’incontro finale ha consentito ai gruppi partecipanti di Messina, Pescara e Aosta di valutare le attività svolte e di rivedersi, in video, in un anno di attività sportiva tra atleti disabili e non disabili. Durante il periodo del progetto si è riusciti ad inserire anche un gruppo di Roma, proveniente dal Centro Diurno La Mongolfiera della ASL RME, che si è dimostrato un vero e proprio collaboratore nella definizione del regolamento di un nuovo sport di integrazione , che sarà l’occasione di nuove opportunità di scambio tra le sedi CSEN per l’inclusione sociale delle persone con disabilità. In questo progetto si è riusciti a fare sport di mare, con la barca a vela a Messina; di neve, con ausili di supporto sulle montagne del Monte Bianco e di palestra con le tecniche del Karate a Pescara, con l’opportunità di visitare i luoghi che hanno ospitato le attività. Un turismo inclusivo nel quale i gruppi ospiti hanno potuto apprezzare l’accoglienza dei gruppi residenti e l’inserimento nelle dinamiche sociali dei luoghi ospitanti. Un progetto positivo che è stato capace di mettere in contatto atleti disabili e non disabili, di città lontane tra loro, con l’obiettivo di proseguire e sviluppare le relazioni impostate. Lo scopo del progetto, di favorire una maggiore inclusione sociale delle persone disabili, è stato raggiunto grazie all'impegno e alla collaborazione di tutte le Associazioni aderenti.

Libro Fotografico

Video del Progetto

 

Buen Vivir Plus Foto Vincitrici Concorso

LA FOTO VINCITRICE DEL CONCORSO FOTOGRAFICO "BUEN VIVIR PLUS" 

PRIMA PAGINA CALENDARIO


 Le Dodici Foto Selezionate che daranno vita ai Mesi Del Calendario "CSEN 2015"


Febbraio


Marzo


Luglio


Maggio


Dicembre


Gennaio


Agosto


Ottobre


Settembre


Giugno


Novembre


Aprile

Con lo Sport si può

PROGETTO “CON LO SPORT SI PUO’”

PERCORSO FORMATIVO PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA NAZIONALE DI OPERATORE DI FITNESS DI PRIMO LIVELLO PER LE DETENUTE DEL CARCERE DI SASSARI

Il C.S.E.N. Comitato Regionale Sardegna, con il contributo del fondo per l’attività della Consigliera di Parità del Ministero delle Politiche Sociali ed il patrocinio de CONI, ha realizzato un corso di formazione per 15 detenute alla qualifica di “operatore professionista di fitness musicale di 1° livello”, attraverso nozioni teoriche e approcci pratici funzionali. Avviato a Giugno 2014, è stato strutturato in 4 moduli formativi: un primo modulo per l’acquisizione di competenze sulle tecniche di formazione e le capacità di insegnamento e tre moduli di lezioni teorico-pratiche, per un totale di 56 ore. Per tre mesi le detenute della Casa Circondariale di Sassari hanno partecipato con entusiasmo al percorso formativo, finalizzato al conseguimento di un diploma nazionale spendibile nel mercato del lavoro una volta scontato il periodo di detenzione. Il 23 Settembre 2014, in occasione della cerimonia conclusiva organizzata nella palestra femminile del nuovo penitenziario di Sassari, sono stati consegnati i diplomi alle 5 detenute che hanno portato a termine con successo il percorso formativo, conseguendo il titolo di “operatrici di fitness di primo livello”. Alla cerimonia erano presenti: Mario Pappagallo - Vice Presidente Nazionale CSEN, Francesco Corgiolu - Presidente del Comitato Regionale CSEN Sardegna, Andrea Bruni – responsabile Ufficio Progetti CSEN Nazionale, Anna Maria Pinna – in rappresentanza della Consigliera di Parità Maria Maddalena Medde, Patrizia Incollu – direttrice del Carcere, Ilaria Troffa – educatrice del carcere, le guardie penitenziarie, i 6 docenti del percorso formativo e le detenute. La cerimonia si è conclusa con una esibizione, da parte delle neo operatrici, a dimostrazione della preparazione raggiunta e con la consegna di una guida teorico-pratica contenente tutte le nozioni oggetto del percorso formativo, stampato in tre lingue (italiano, inglese e spagnolo). Una esperienza di successo che si spera possa essere ripetuta anche per la popolazione carceraria maschile.



Servizio Trasmesso sul Telegiornale web de "L'unione Sarda"

Buen Vivir Plus - Foto Premiazione

Lunedì 21 Ottobre 2014 si è svolto a Roma, nella sede Nazionale CSEN, l’evento conclusivo del Progetto Buen Vivir Plus, con la premiazione dei 13 vincitori del concorso fotografico.
Alla premiazione ha partecipato il Presidente Nazionale Francesco Proietti che ha voluto, con la sua presenza, testimoniare l’importanza delle iniziative svolte nel promuovere, tra i giovani, la pratica sportiva e la conoscenza degli sport meno diffusi dai media.

All’iniziativa sono stati presenti anche i rappresentanti delle Federazioni Sportive che hanno collaborato alla realizzazione del progetto, due di loro, il rappresentante della Federazione Italiana Baseball e Softball e della Federazione Italiana Handball sono stati chiamati, insieme al Presidente Nazionale Proietti e al Responsabile del Progetto Bruni, alla consegna delle targhe di merito e del buono premio previsto dal regolamento.

Per diffondere i contenuti del progetto, soprattutto tra i giovani, saranno utilizzate le migliori fotografie del concorso per allestire una mostra fotografica itinerante, esposta nelle scuole che ne faranno richiesta.
Il progetto ha inteso così contribuire alla promozione della pratica sportiva, dell’importanza di praticare movimento come fattore di benessere, e soprattutto fornire una conoscenza maggiore di tutti quei sport che hanno meno visibilità nei mezzi di comunicazione.


 

Il Presidente CSEN Francesco Proietti premia il Sig. Giacomo Canali autore della foto vincitrice


Sig.ra Anna Lancia


 

Sig. Mauro Montaquila


 

Sig. Giampiero Pacifico


Progetto nella Rete - Laboratorio di Udine

 

 

Udine 12/13 Novembre 2014 

GRUPPO DI LAVORO 1


Argomento:
Scambi con organizzazioni europee per lo sviluppo delle capacità professionali degli istruttori sportivi e/o degli operatori sociali attivi nel settore gioventù. Finalizzati alla conoscenza di attività innovative e scambio delle buone pratiche.


Erasmus +
Call: KA1 – Learning Mobility of Individuals - Youth Mobility
Scadenza: 4 Febbraio 2015 ore 12.00


Partecipanti:
Giuliano Clinori - Presidente Regionale CSEN Friuli Venezia Giulia
Giulia Clinori – Ufficio Progetti CSEN Friuli Venezia Giulia
Nicola Di Benedetto - Responsabile Ufficio Progetti CSEN Friuli Venezia Giulia
Serenella Narduzzi - Ufficio Progetti CSEN Friuli Venezia Giulia
Sonia Zanatta -  Associazione Sportiva Udinese
Francesco Pecol - Associazione Corpo Libero
Maurizio Chiarcossi

Argomenti trattati nel laboratorio:
- FONDI UE DIRETTI E INDIRETTI – PROGRAMMA ERASMUS + - AZIONI FINANZIABILI
- RICHIAMO AI PRINCIPALI CONCETTI DELLA PROGETTAZIONE EUROPEA
- ELABORAZIONE DELL’IDEA PROGETTUALE - TECNICA DEL NOMINAL GROUP
- PRESENTAZIONE DELL’APPLICATION FORM - STAKEHOLDER - PARTENARIATO EUROPEO
- ATTIVITA’  DEL PROGETTO – ANALISI DI FATTIBILITA’
- LAVORO IN SOTTOGRUPPI:
•    I GRUPPO: DOCUMENTI, PARTENARIATO
•    II GRUPPO: ATTIVITA’, CRONOPROGRAMMA E ANALISI DEI COSTI
- DIMENSIONE QUALITA’ NELLA PROGETTAZIONE EUROPEA
- LAVORO IN SOTTOGRUPPI:
•    I GRUPPO: DEFINIZIONE SCHEDA SINTESI DEL PROGETTO
•    II GRUPPO: SCHEMA DELLE ATTIVITA’ PREVISTE
-     PROGRAMMAZIONE DEL LAVORO: DIVISIONE DEI COMPITI E CRONOPROGRAMMA DELLE SCADENZE

Appuntamento in programma:
VIDEOCONFERENZA ONLINE LUNEDI’ 22 DICEMBRE 2014 ORE 13.00


 Feed Back sulla prima giornata di laboratorio

COSA BUTTERESTI

COSA APPROFONDIRESTI

COSA TI E’ PIACIUTO

Non si butta via niente tutto è utile e stimolante. Forse era meglio evitare il “Frico” *

Niente in particolare visto i tempi

Organizzazione della giornata, il metodo comunicativo del gruppo

Gnocchi Pasta e Frico. Troppo per un pasto solo

Le realtà parallele.

Gli enti e i progetti che in questo momento viaggiano nella nostra stessa direzione

Elaborazione idea progettuale.

Confronto all’interno del gruppo.

Il Frico

Collegamento tra parole e nuove idee per possibili progetti futuri di sostegno.

Tutto bene il corso.

Sviluppato argomenti e individuazione problematiche operative in tempi stretti.

Ottimo lavoro

 

Come si ricercano i “mezzi” per attuare idee e progetti

Lo scambio e il confronto libero che porta alla nascita delle idee del progetto

 

Definizione del Partenariato e Formulario

Aver affrontato degli argomenti che coinvolgono la formazione dei giovani

 

Modulistica Nuova, Difficoltà a sintetizzare e cogliere obiettivi più importanti

Curiosità/Positiva

Bello il metodo di sfoltimento dei temi progettuali e la successiva condivisione del progetto finale frutto anche dei cambi di idee personali e dialogo.

     

*Il FRICO è un piatto a base di formaggio, ma anche di patate e burro, considerato la preparazione culinaria più tipica del Friuli, più precisamente della Carnia e della cucina friulana.

 






Progetto nella Rete - Laboratorio di Padova

 

 

GRUPPO DI LAVORO 2


Argomento:
Promozione di progetti di sostegno al turismo transnazionale di tipo sportivo basato sul patrimonio culturale europeo, nonché il rapporto con le piccole e medie imprese locali e il management del turismo accessibile per tutti


Cosme
Call: COS –TFLOWS – 2014-3-15
Scadenza: 15 GENNAIO 2015 ore 17.00


Partecipanti:
Diego Baldan - Presidente Provinciale CSEN Venezia
Filippo Salmaso – Presidente Regionale CSEN Veneto
Friede Riccardo -  Master in Fundraising per il Nonprofit e gli Enti Pubblici
Pio Mason -   Responsabile Progettazione Il Portico Dolo Onlus
Riccardo Prete - Economia Aziendale Ca'Foscari Venezia  -  (Tesi su CSEN )
Francesca Vianello - Economia Aziendale Ca' Foscari VE

Argomenti trattati nel laboratorio:
- OBIETTIVI EUROPA 2020
- FONDI UE DIRETTI E INDIRETTI
– PROGRAMMA COSME
- AZIONI FINANZIABILI
- RICHIAMO AI PRINCIPALI CONCETTI DELLA PROGETTAZIONE EUROPEA
- ANALISI DELLE PROBLEMATICHE LOCALI
- ELABORAZIONE DELL’IDEA PROGETTUALE - TECNICA NOMINAL GROUP
- PRESENTAZIONE DELL’APPLICATION FORM – ANALISI STAKEHOLDER – FORME DEL PARTENARIATO EUROPEO
- ATTIVITA’  DEL PROGETTO – ANALISI DI FATTIBILITA’
- LAVORO IN SOTTOGRUPPI:
•    I GRUPPO: DEFINIZIONE SCHEDA SINTESI DEL PROGETTO
•    II GRUPPO: APPROCCIO ALLA DEFINIZIONE DELLE ATTIVITA’ OPERATIVE - COMPILAZIONE

In programma:
•    Ricerca di un Ente Locale interessato alla partnerschip;
•    Definizione del Cronoprogramma Operativo;
•    Schema Attività


Feed Back sulla prima giornata di laboratorio

COSA BUTTERESTI

COSA APPROFONDIRESTI

COSA TI E’ PIACIUTO

La scelta delle azioni da svolgere con i Post-it

Il bando e il programma COSME (materiale cartaceo più approfondito anche in maniera schematica)

Presentazione iniziale dei fondi.

L’analisi degli stakeholder

Poche pause

Difficoltà a mantenere l’attenzione

Le caratteristiche principali del bando

Condivisione della progettualità (Post scelta)

Presentazione iniziale da fare più sintetica

Regolamento del bando

La fase di definizione del progetto

Avrei preferito un corso più tecnico su un caso reale ed avere quindi una maggiore preparazione sui vari bandi da poter scegliere

La conoscenza dell’Ente proponente

I processi standard della progettazione europea

Aver avuto alcuni cenni del ragionamento su cui vengono fatti i bandi europei

Il punteggio con i bigliettini

La poca documentazione a portata di mano

Aspetti del Partenariato

L’incoraggiamento

La tecnica Nominal Group

La mancanza del proiettore e di un appoggio su cui scrivere

Riuscire a presentare un progetto valido e non fare una cosa tanto per fare.

Porto a casa l’intera giornata di lavoro

     

Progetto nella Rete - Laboratorio Padova

Padova 28/29 Novembre 2014

GRUPPO DI LAVORO 2


Argomento:
Promozione di progetti di sostegno al turismo transnazionale di tipo sportivo basato sul patrimonio culturale europeo, nonché il rapporto con le piccole e medie imprese locali e il management del turismo accessibile per tutti


Cosme
Call: COS –TFLOWS – 2014-3-15
Scadenza: 15 GENNAIO 2015 ore 17.00


Partecipanti:
Diego Baldan - Presidente Provinciale CSEN Venezia
Filippo Salmaso – Presidente Regionale CSEN Veneto
Friede Riccardo - Master in Fundraising per il Nonprofit e gli Enti Pubblici
Pio Mason - Responsabile Progettazione Il Portico Dolo Onlus
Riccardo Prete - Economia Aziendale Ca'Foscari Venezia - (Tesi su CSEN )
Francesca Vianello - Economia Aziendale Ca' Foscari VE

Argomenti trattati nel laboratorio:
- OBIETTIVI EUROPA 2020
- FONDI UE DIRETTI E INDIRETTI
– PROGRAMMA COSME
- AZIONI FINANZIABILI
- RICHIAMO AI PRINCIPALI CONCETTI DELLA PROGETTAZIONE EUROPEA
- ANALISI DELLE PROBLEMATICHE LOCALI
- ELABORAZIONE DELL’IDEA PROGETTUALE - TECNICA NOMINAL GROUP
- PRESENTAZIONE DELL’APPLICATION FORM – ANALISI STAKEHOLDER – FORME DEL PARTENARIATO EUROPEO
- ATTIVITA’ DEL PROGETTO – ANALISI DI FATTIBILITA’
- LAVORO IN SOTTOGRUPPI:
• I GRUPPO: DEFINIZIONE SCHEDA SINTESI DEL PROGETTO
• II GRUPPO: APPROCCIO ALLA DEFINIZIONE DELLE ATTIVITA’ OPERATIVE - COMPILAZIONE

In programma:
• Ricerca di un Ente Locale interessato alla partnerschip;
• Definizione del Cronoprogramma Operativo;
• Schema Attività


Feed Back sulla prima giornata di laboratorio

COSA BUTTERESTI

COSA APPROFONDIRESTI

COSA TI E’ PIACIUTO

La scelta delle azioni da svolgere con i Post-it

Il bando e il programma COSME (materiale cartaceo più approfondito anche in maniera schematica)

Presentazione iniziale dei fondi.

L’analisi degli stakeholder

Poche pause

Difficoltà a mantenere l’attenzione

Le caratteristiche principali del bando

Condivisione della progettualità (Post scelta)

Presentazione iniziale da fare più sintetica

Regolamento del bando

La fase di definizione del progetto

Avrei preferito un corso più tecnico su un caso reale ed avere quindi una maggiore preparazione sui vari bandi da poter scegliere

La conoscenza dell’Ente proponente

I processi standard della progettazione europea

Aver avuto alcuni cenni del ragionamento su cui vengono fatti i bandi europei

Il punteggio con i bigliettini

La poca documentazione a portata di mano

Aspetti del Partenariato

L’incoraggiamento

La tecnica Nominal Group

La mancanza del proiettore e di un appoggio su cui scrivere

Riuscire a presentare un progetto valido e non fare una cosa tanto per fare.

Porto a casa l’intera giornata di lavoro

     


Progetto nella Rete - Laboratorio Sassari

SASSARI 08 -09 Aprile 2015
Gruppo Lavoro 8

 

Argomento:
Promozione di progetti legati agli scambi giovanili

Erasmus +
KA1 – YUOTH MOBILITY
Partecipanti:
Francesco Corgiolu
Maria Laura Satta
Bruno Pitzolu
Paola Ledda
Luigina Maltana
Anna Maria Pinna
Alberto Masia
Gian Mario Serra

Argomenti Trattati:
Progetto nella rete ed elementi di progettazione  
Fondi europei diretti e indiretti
Programma erasmus + -Progetto di mobilità per Giovani
Presentazione dell’application form  
Condivisione del lavoro dei gruppi

Lavoro in sottogruppi

1 Gruppo: definizione degli obiettivi e delle attività
2 Gruppo: Summary del progetto


Feed Back sulla prima giornata di laboratorio

COSA APPROFONDIRESTI COSA BUTTERESTI COSA TI E’ PIACIUTO
Gli aspetti pratici per la redazione del progetto Niente Il coinvolgimento da parte della nostra tutor nell’esprimere le nostre idee e il gruppo che ha partecipato
Modalità di redazione di un progetto Niente è stato tutto utile La disponibilità dei partecipanti a costruire qualcosa di nuovo
Approfondirei le soluzioni alla mobilità giovanile Non butterei niente La condivisione delle problematiche operative progettuali
Elementi di valutazione soggettivi X L’attenzione della relatrice ai dettagli sulle persone
Approfondirei sicuramente tutta la parte inerente la stesura del formulario. Approfondirei quel confine che porta un progetto da “Bozza” a “lavoro definito”.   Mi è piaciuto molto lo svolgimento e l’impostazione del corso. E’ stato uno scambio di idee molto efficace che ha portato molti chiarimenti in merito all’argomento. Del tutto esaudenti le spiegazioni.
Maggiore conoscenza dei progetti europei Niente

-        Confronto

-        Informazioni

-        Modalità con cui si è svolto il corso

Niente Niente Laboratorio di idee

 

 

Progetto nella Rete - Laboratorio Torino

Torino 14 /15 Gennaio 2015
Gruppo Lavoro 3


Argomento:
“Promozione di progetti di sostegno al turismo transnazionale di tipo sportivo basato sul patrimonio culturale europeo, nonché il rapporto con le piccole e medie imprese locali e il management del turismo accessibile per tutti”.


Programma COSME
Call: COS-TFLOWS-2014-3-15


Partecipanti:
Gianluca Carcangiu – Presidente Regionale Piemonte
Paolo Rendina- CSEN Piemonte e Bologna
Daniela Sozzani- Presidente Provinciale CSEN Novara
Domenico De Biasio- CSEN Piemonte
Enrico Franci- A.S.D. Balon Boys
Matteo Barosso- A.S.D. Amemi
Argomenti trattati nel laboratorio:
- Fondi Ue Diretti E Indiretti – Programma Cosme
- Presentazione del Bando
- Brainstorming Idea Progettuale
- Presentazione dell’application Form
- Richiamo ai Principali Concetti Della Progettazione Europea – Quadro Logico e Esempio di pacchetto lavoro


Lavoro In Sottogruppi:
• I gruppo: analisi dei bisogni, obiettivi, titolo progetto
• II gruppo: programmazione delle attività
• Condivisone del lavoro dei gruppi

In programma:
Definizione crono programma del gruppo di lavoro sul progetto
Definizione data video conferenza con il gruppo di lavoro
Ricerca Ente locale interessato alla partnerschip


Feed Back sulla prima giornata di laboratorio

COSA TI E’ PIACIUTO COSA APPROFONDIRESTI COSA BUTTERESTI
LIKE IT ULTERIORI POSSIBILITA’ DI BANDI EUROPEI

PAUSA PRANZO TROPPO LUNGA

(ANCHE SE è STATA UTILE, PERSONALMENTE PER SOCIALIZZARE)

L’INTERAZIONE DELLE IDEE LA FATTIBILITA’ PRATICA DI QUANTO DETTO NULLA
CONDIVISIONE DELLE IDEE L’ASPETTO DI INCENTIVAZIONE DELLA PMI NULLA
LA DEMOCRATICITA’ DI GESTIONE DEL GRUPPO LE IDEE EMERSE NIENTE
LAVORARE IN GRUPPO E CREARE INSIEME NORMATIVA BANDI MA VEDIAMO DOMANI. FINO ADESSO TUTTO CHIARO ED ESAUSTIVO NULLA

-        TEAM PROPOSITIVO;

-        ARGOMENTO BANDI EUROPEI ESTREMAMENTE INTERESSANTE

POTREMMO APPROFONDIRE L’ANALISI DELLA FATTIBILITA’ E LA CONOSCENZA DELL’EUROPA
     


 


 

Progetto nella Rete - Laboratorio Brindisi

 

Data di svolgimento:  24 - 25 GENNAIO 2015

Sede: C/O CONI PROVINCIALE BRINDISI, Via Dalmazia 21/B Brindisi

Argomento:
Memoria europea sui fatti storici dell’ultimo secolo attraverso iniziative, eventi ed attività con i giovani e con le scuole
Programma Europa per i Cittadini

Partecipanti:
Carmelo Labrini
Paola Labrini
Vito Attorre
Corrado Rocca
Annarosa Lezzi
Salvatore Marcorio
Nicola    Beso

Argomenti trattati nel laboratorio:
- PROGRAMMA EUROPA PER I CITTADINI
- PRESENTAZIONE DELL’APPLICATION FORM
- BRAINSTORMING IDEA PROGETTUALE
- SINTESI E DEFINIZIONE DELL’IDEA
- PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA’
- UTILIZZO DOCUMENTI CONDIVISI E PROGRAMMAZIONE DELLA PROSECUZIONE DEL LAVORO
- VALUTAZIONE DELL’INCONTRO




Progetto nella Rete - Laboratorio Faenza

 

 

 

Faenza 17 - 18 GENNAIO 2015

GRUPPO DI LAVORO 4

Sede: COMITATO PROVINCIALE CSEN RAVENNA, Via Cavour 10/B 48018 Faenza RA

Argomento:
Definizione di partenariati europei per la collaborazioni su attività sportive di particolare rilevanza sociale.
Erasmus + SPORT
COLLABORATIVE PARTNERSHIPS

Partecipanti:
Maria Francesca Baldi - Presidente Comitato Provinciale CSEN Ravenna
Silvia Zannoni - Comitato Provinciale CSEN Ravenna
Mirella Pederzoli – Dottoranda Università per Stranieri di Siena e Referente Ufficio Progetti CSEN Ravenna
Michela Baldi - Laureata in Economia e management delle imprese cooperative e non profit
Valentina Gaddoni - Laureata in Giurisprudenza ed Insegnante di ginnastica ritmica
Valentina Cesari - Dottore di ricerca in biotecnologie mediche
Marirosa Iannelli – Volontaria Servizio Civile al COSPE a Bologna
Andrea Succi - Manager e facilitatore di marketing territoriale

Argomenti trattati nel laboratorio:
- PROGRAMMA ERASMUS + E PRESENTAZIONE DEL BANDO
- PRESENTAZIONE DELL’APPLICATION FORM
- BRAINSTORMING IDEA PROGETTUALE
- SINTESI E DEFINIZIONE DELL’IDEA
- LAVORO IN SOTTOGRUPPI:
• I GRUPPO: ALBERO DEI PROBLEMI E DEGLI OBIETTIVI
• II GRUPPO: PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA’
- CONDIVISONE DEL LAVORO DEI GRUPPI E QUADRO LOGICO
- UTILIZZO DOCUMENTI CONDIVISI E PROGRAMMAZIONE DELLA PROSECUZIONE DEL LAVORO
- VALUTAZIONE DELL’INCONTRO


Feedback sulle giornate di laboratorio

COSA APPROFONDIRESTI COSA BUTTERESTI COSA TI E’ PIACIUTO
Analisi di esempi concreti di progetti Il limite di tempo Il gruppo in sé
Le metodologie e gli strumenti di progettazione europea (ovviamente per il poco tempo a disposizione, es. quadro logico) Poco tempo: avrei predisposto un giorno in più

L’approccio al lavoro di gruppo

La condizione di parità tra i formatori ed i partecipanti al corso

La sinergia del gruppo

La conoscenza del contesto territoriale Timore La condivisione di esperienze personali

Il quadro logico

La metodologia di lavoro dell’ufficio progetti nazionale

Me stessa, non riesco più a starvi dietro

Energia e competenze del gruppo di lavoro

Metodo di lavoro

Metodo di progettazione (crescita professionale) Tempi stretti Un eccellente approccio metodologico: la bravura di Andrea Bruni e Miriam e lo stile di conduzione del gruppo = autorevolezza

Metodologia della gestione dei gruppi di lavoro

Tematiche relative alle pratiche sportive in relazione ad altri settori

?

Facilitazione del gruppo

Organizzazione

Team Building

Motivazione e fiducia dei componenti del gruppo

Competenze trasversali emerse

La parte economica ?

Presenza di persone tanto diverse ma con motivazioni comuni

Sperimentazione di un vero lavoro in team


Rassegna Stampa

Articolo La Voce


Foto




 

Progetto nella Rete - Laboratorio Grosseto

 

 

 

Grosseto 21 - 22 FEBBRAIO 2015

GRUPPO DI LAVORO 7

Data di svolgimento:  21 – 22 FEBBRAIO 2015

Sede: COMITATO PROVINCIALE CSEN GROSSETO
Via Pakistan, 9 -  Grosseto

Argomento:
Promozione di progetti di sostegno al turismo transnazionale di tipo sportivo basato sul patrimonio culturale europeo, nonché il rapporto con le piccole e medie imprese locali e il management del turismo accessibile per tutti

Programma COSME

Partecipanti:
Alessio Pernazza - Presidente Comitato Provinciale CSEN Grosseto
Indre Lakickaite - Laureata in businnes and management-marketing
Claudio Miserocchi - Revisore dei conti e commercialista
Sandra Ambu - Comitato Provinciale CSEN Grosseto
Danila Montinaro - Comitato Provinciale CSEN Grosseto
Giovanni Matteucci - Consulente finanziamenti europei

Argomenti trattati nel laboratorio:
- ELEMENTI DI PROGETTAZIONE
- FONDI UE DIRETTI ED INDIRETTI
- PROGRAMMA COSME
- PRESENTAZIONE DEL BANDO E DELL’APPLICATION FORM
- BRAINSTORMING IDEA PROGETTUALE
- SINTESI E DEFINIZIONE DELL’IDEA
- PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA’ E PACCHETTO DI LAVORO
- UTILIZZO DOCUMENTI CONDIVISI E PROGRAMMAZIONE DELLA PROSECUZIONE DEL LAVORO
- VALUTAZIONE DELL’INCONTRO

Appuntamento in programma:
VIDEOCONFERENZA giovedì 30 Aprile 2015 ore 19.00

 


Feedback sulla prima giornata di laboratorio

COSA APPROFONDIRESTI COSA BUTTERESTI COSA TI E’ PIACIUTO
Programma COSME, progettazione e scrittura progetto Niente La potabilità delle informazioni nonostante l’elevato flusso delle stesse
Aspetti tecnici del partenariato Nulla Ottima escursione su metodologie e tecniche di progettazione
Termini tecnici di definizione La compilazione del bando Chiarezza nell’esposizione degli argomenti
L’esperienza che ha l’ufficio progetti Nazionale ad oggi Niente Brainstorming e presentazione delle idee
Tutta la parte tecnica di progettazione Niente Esposizioni delle tematiche project
Discussione su quello che potrebbe essere realizzato Caffè E’ stata una giornata piacevole con diversi scambi di idee
    Ottimismo

 


Foto

1


2


3


4

 

Progetto nella Rete - Laboratorio Roma

 

 

 

ROMA 10 - 11 FEBBRAIO 2015

GRUPPO DI LAVORO 6

 

Laboratorio Roma 10 -11 Febbraio 2015
sede: Sala “Igino Giodani” Via di Villa Narducci 28
Agomento:
Erasmus Plus Call:KA2
Cooperazione in materia di innovazione e scambio di buone pratiche

Partecipanti:
Maurizio Ifrigerio
Di Gennaro Simone
Sandrino Porru
Angela Macrì
Nicola Carabba
Miloud Benahmed
Mauricio Raimondo
Maria Rosaria Caprella
Irene Maria Ponti
Antonella Lizambri
Marlylene Scutti
Carmela Castaldo
Donatella F. Gatti

Argomenti trattati in laboratorio:
Fondi Europei Diretti e Indiretti
Programma Erasmus Plus
Principali riferimenti Europei
Elementi di progettazione
Application Form
Processi di elaborazione dell’idea progettuale
Laboratorio Interattivo


Foto

1


2


3

 

 

Progetto nella Rete - Seminario Faenza

Il 16 Gennaio 2015 si è svolto a Faenza il seminario “Parlare in Europa” Politiche di Coesione e Programmazione Europea. Il seminario è stato organizzato e gestito dal Comitato Provinciale CSEN Ravenna, che ha saputo cogliere e rilanciare l’opportunità presentata dal CSEN Nazionale grazie alla sensibilità e all’ ingegno della Presidente Provinciale CSEN, Francesca Baldi e del suo staff operativo.
Il seminario è parte del Progetto New European Language N.E.L.LA RETE con Qualità e Risultati, promosso dal Centro Sportivo Educativo Nazionale e realizzato con i fondi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, al fine di favorire e diffondere la conoscenza delle opportunità nella programmazione europea 2014-2017.
A tal proposito, sono stati invitati a partecipare ai seminari, esperti delle agenzie Nazionali dei Programmi Europei e delle Regioni per sostenere conoscenze specifiche sulle nuove opportunità di Europa 2014/2017.
Per l’Ufficio Speciali CONI la Dott.ssa Drago Daniela ha presentato il programma Erasmus Plus Sport;
Per l’agenzia Erasmus Plus-Indire la Dott.ssa Natali Laura ha presentato il Programma Erasmus Plus relativo all’apprendimento degli adulti e alla scuola.
Per il Centro Europe Direct Emilia Romagna la Dott.ssa Fenati Stefania la quale ha presentato altre azioni previste nel Programma Erasmus Plus e il Programma Europa per i Cittadini.
Sono intervenuti inoltre, alla presenza di numerose realtà sportive del territorio, Maria Chiara Campodoni Assessore allo sport di Faenza, Chiara Sergenti Vice Presidente del Comitato Italiano Paralimpico (CIP), Pietro Pallini rappresentante il Pnathlon Italia, Laura Lorena per l’Associazione CEFAL e Laura Zambrini per FARE COMUNITA’ hanno illustrato progetti realizzati nel territorio dell’Emilia Romagna con i finanziamenti europei.


Rassegna Stampa

Corriere di Romagna 1

Corriere di Romagna 2


Foto





Leggi Volantino

Leggi Invito

Progetto nella Rete - Seminario Sassari

“Parlare in Europa”
Politiche di Coesione e Programmazione Europea
Il 10 Aprile 2015 si è svolto a Sassari il Seminario “Parlare in Europa” promosso dal Centro Sportivo Educativo Nazionale (CSEN) nell’ambito del progetto “New European Language – N.E.L.LA RETE con Qualità e Risultati, un progetto finanziato  dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e realizzato con il contributo prezioso del Presidente Regionale CSEN Sardegna Francesco Corgiolu.  
Il seminario ha avuto come obiettivo quello di informare e far conoscere i Programmi Europei e le possibilità di finanziamento  del nuovo settennato 2014 – 2017, alle realtà associative del territorio siano esse sportive del terzo settore e della scuola.
A tal proposito sono stati invitati a presentare i programmi specifici la Dott.ssa Daniela Drago, Area Progetti Speciali del CONI, la quale ha presentato il Programma Erasmus Plus Sport e la Dott.ssa Alessandra Arru, della Europe Direct Provincia di Sassari con il Programma Erasmus Plus per la Mobilità dei giovani.
Hanno partecipato inoltre: Lucio Masia delegato Provinciale Coni Sassari, Dott. Roberto Desini, Componente VI Commissione Sport Regione Autonoma della Sardegna.


IMG 20150608 WA0002


IMG 20150608 WA0003

 

Evento Finale Progetto nella Rete

logoEvento Conclusivo Progetto NELLA RETE

ROMA 12 GIUGNO 2015 ORE 15.00 – 18.30 Spazio Europa, Via IV Novembre, 149

ROMA 13 GIUGNO 2015 ORE 09.30 - 12.30 Sala Colony Hotel, Via Monterosi 18

 

Programma

SPAZIO EUROPA, Via IV Novembre 149

Saluto Istituzionale del Presidente Nazionale C.S.E.N.
FRANCESCO PROIETTI

Saluto Istituzionale del Presidente Provinciale Roma C.S.E.N.
MARIO PAPPAGALLO

Saluto istituzionale della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia
NATALJA MONTEFUSCO Responsabile comunicazione e informazione

Seguiranno gli Interventi di:

SARA PIETRANGELI – A.N.G. _ Agenzia Nazionale per i Giovani
Il Programma Erasmus + Key Action 1 (KA1) riguarda la mobilità dei giovani e degli operatori
giovanili. Nell’intervento saranno approfondite in particolare le opportunità di mobilità in Europa,
e non solo, dei giovani e dei Youth Worker. Per i giovani c’è l’opportunità di accrescere le
competenze, conoscere culture diverse, crescere come cittadini europei. Anche per gli operatori
che lavorano con i giovani c’è l’occasione di accrescere le proprie conoscenze e competenze
attraverso opportunità di formazione e messa in rete, scambio di buone prassi, confronto con altri
operatori.

RITA SASSU - ECP _ Europe for Citizens Point Italy
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Il Programma "Europa per i Cittadini 2014-2020" mira ad avvicinare i cittadini europei all’Unione
Europea. L’intervento approfondirà in particolare la parte relativa ai progetti sulla Memoria
Europea e sull’impegno democratico e la partecipazione civica. Nelle proposte sulla memoria
europea si intendono sostenere progetti che incoraggino la tolleranza, la comprensione reciproca,
il dialogo interculturale. Nella sottomisura Progetti della Società Civile sono sostenuti i progetti
capaci di avvicinare i cittadini, di diversi contesti, a confrontarsi e agire insieme su temi legati
all’Unione Europea e alle sue politiche.

DANIELA DRAGO – CONI _ Ufficio Progetti Speciali
Il programma Erasmus + Sport, sostiene partenariati di collaborazione ed eventi sportivi senza
scopo di lucro. Le azioni finanziabili dal programma sono incentrate principalmente sugli sport di
base. Nell’intervento sarà presentato il nuovo programma dedicato allo sport con il quale l’Unione
Europea intende contribuire allo sviluppo della dimensione sportiva e sostenere progetti rivolti alla
riflessione intorno ai temi dello sport e della pratica motoria.

- ore 16.45 _ Pausa caffè

- ore 17.00

ANDREA BRUNI – CSEN _ Ufficio Progetti Nazionale
Laboratorio di attività sulla Progettazione Europea. Alla conclusione del progetto Nella Rete, con
alle spalle un anno di lavoro finalizzato alla conoscenza della nuova programmazione europea
2014/2020, è possibile tracciare un bilancio delle competenze acquisite e attivare ipotesi di
progettazioni future. L’attività prevede un laboratorio di gruppo con il quale approfondire le
tecniche della progettazione e saper affrontare le difficoltà che si incontrano nella formulazione di
un progetto.

- ore 18.00 Conclusione Incontro

Sabato 13 Giugno 2015

- ore 9.30

Sala COLONY Hotel, Via Monterosi 18, Piano 7.

Incontro di presentazione delle proposte formulate dagli Uffici Progetti Regionali.
Gianfranco Nogara - Aosta _ Federazione Calcio Integrato e Giochi senza Barriere
Corrado Racca - Brindisi _ Sport e Memoria
Mirella Pederzoli - Faenza _ Partenariato nello sport
Alessio Pernazza - Grosseto _ Turismo di accoglienza per proprietari di animali domestici
Agostino Toppi - Pescara _ Opportunità Atletiche nel karate Integrato

- ore 11.00 : Pausa caffè

Anna Maria Pinna – Sassari _ Mobilità dei Giovani / sport e cultura territoriale
Gianluca Carcangiu – Torino _ Turismo Sportivo
Nicola Di Benedetto – Udine _ Formazione multidisciplinare per tecnici e dirigenti sportivi
Angela Macrì - Roma _ Formazione Tecnici Sportivi con atleti disabili

- ore 12.30 : Chiusura Incontro

Volantino

 

 {gallery slider=boxplus.carousel}nella_rete/evento_finale/foto{/gallery}

Progetti bn Formazione bn Eventi bn Pubblicazioni bn video official
Progetti wbn Formazione wbn Eventi wbn Pubblicazioni wbn video

I nostri siti:

carovana carovana carovana carovana
carovana carovana carovana carovana
Notizie dal mondo CSEN

Csen News

CSENEWS 3

Archivio delle NewsLetter

News Letter

NEWSLETTER 2

Notizie dal mondo CSEN

Dai Comitati

DANZA

Notizie dal mondo CSEN

ARTIMARZIALI9

Progetti

Guida alla progettazione Europea

Banner NellaRete 4

Link

I Partners dei nostri Progetti

i nostri partner official

Traduttore

Italian Bulgarian Catalan Czech Danish Dutch English French German Greek Lithuanian Polish Portuguese Romanian Serbian Slovak Slovenian Spanish
Da non perdere

Le nostre Pubblicazioni

 Pubblicazioni bianco

Certificato N: 28746/13/S

Certificazione Qualità

 cert.qualita 2

Anche CSEN nel

Forum Terzo Settore

3settore 2

ariana grande fappening the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kaley cuoco nudeviagra vs cialis